Il mondo sta diventando sempre più consapevole di quanto sia importante ridurre la nostra carbon footprint (impronta di carbonio) collettiva; anche architetti e costruttori edili concordano sul fatto che l’installazione di pannelli solari può avere maggiore impatto quando si tratta di ridurre o eliminare in modo significativo l’impronta di carbonio di un edificio. Ecco tre accorgimenti da considerare se stai pensando di costruire la tua casa da sogno verde.

  • Comprendere il significato dei termini “Casa verde” e “Casa zero”.

Si potrebbe pensare che “casa verde” e “casa zero” significhino la stessa cosa, ma ci sono alcune differenze. La “casa zero” ha essenzialmente un obiettivo chiave: ridurre l’impronta di carbonio della casa fino al punto in cui ha zero impatto sul carbonio sull’ambiente. La “casa verde” non solo ha un’impronta di carbonio più piccola attraverso l’energia solare e altre tecnologie, ma è anche costruita utilizzando materiali da costruzione 100% sostenibili e non tossici per l’ambiente. Oltre al solare, questo significa inoltre costruire con il legno di recupero, utilizzando piastrelle realizzate con materiali riciclati o scegliere di utilizzare per esempio vernici prive di composti organici. 

Incorporando le tendenze della bio-edilizia verde e scegliendo di alimentare la propria casa con un’energia rinnovabile come il solare, i proprietari di case possono ridurre in modo significativo il loro impatto complessivo sull’ambiente.

  • Design nel rispetto di efficienza energetica e tendenze future del mercato.

Se stai chiedendo al tuo costruttore di aggiungere il solare a casa tua ora, non solo lo utilizzerai  per conformarsi alle nuove norme di costruzione, ma porterai la tua casa ad essere competitiva per il mercato immobiliare nel futuro, quando il solare sarà più standard.

  • Determina il tuo budget energetico per la casa solare.

Ipotizziamo che tu e il tuo progettista abbiate deciso che l’energia solare farà parte della tua casa zero e/o verde. A questo punto, verrà calcolato il bisogno energetico e si potrà stabilire quanta potenza può essere prodotta sul tetto della tua casa. Bisognerà innanzitutto considerare l’orientamento del tetto che sarà raggiunto dall’energia solare. In generale, vorrai almeno una superficie del tetto orientata verso sud per catturare la maggior parte della luce durante il giorno, specialmente nei mesi estivi. 

In secondo luogo, sarà necessario creare un bilancio energetico per ridurre l’utilizzo di energia della nuova casa allo zero. Questo bilancio energetico prenderà in considerazione l’utilizzo di energia dalla vecchia abitazione e dovrà tenere conto di eventuali nuovi elettrodomestici a efficienza energetica, sistemi di riscaldamento e raffreddamento, ecc. E stimerà la quantità di luce solare che colpirà il tetto su base annuale per massimizzare l’energia solare produzione e conto dei modelli meteorologici storici. Infine l’architetto e/o il professionista del settore solare potranno calcolare quanti pannelli solari saranno necessari per compensare la potenza annuale prevista.

Se questo articolo ti è piaciuto metti un “mi piace” sulla pagina di @meridianaenergia così potrai rimanere sempre aggiornato!

CONTATTACI E PRENOTA 30 MINUTI DI CONSULENZA TELEFONICA GRATUITA CON UNO DEI NOSTRI ESPERTI

NUMERO TELEFONICO 0371 237108 o scrivici WhatsApp 392 6154174  oppure info@meridianaenergia.it